Vai menu di sezione

Dichiarazione di nascita

E' rilasciata dalla Direzione sanitaria ove è avvenuto il parto.

La dichiarazione di nascita è resa:

entro tre giorni dalla nascita presso la Direzione sanitaria, ove è avvenuto il parto, oppure entro dieci giorni dalla nascita, presso il Comune ove è avvenuto il parto o in quello di residenza dei genitori.

La dichiarazione di nascita è fatta normalmente dai genitori del neonato. In casi particolari, dal Procuratore speciale o chi ha assistito al parto.

Bisogna rivolgersi ai Servizi demografici - Ufficio di Stato Civile del Comune ove è avvenuto il parto (ad esempio l'Ufficiale di Stato Civile di Cavalese, Via F.lli Bronzetti n. 2, per le nascite avvenute nell'Ospedale di Fiemme) oppure all'Ufficio di Stato Civile del Comune di residenza dei genitori. Viene esibita l'attestazione di nascita dell'Ospedale, predisposto l'atto di nascita che è quindi sottoscritto da parte di uno dei genitori, nel caso di figli legittimi, o da parte di chi effettua il riconoscimento, nel caso di figli naturali.

Riferimenti normativi ( DPR 3.11.2000, N. 396)

Per quanto riguarda i figli, non ci sono differenze tra famiglia fondata sul matrimonio e famiglia di fatto. In base agli articoli 315 e 315 bis del Codice Civile, tutti i figli hanno lo stesso stato giuridico.

Il Decreto legislativo 151/2001 che tutela la maternità e la paternità dei genitori che lavorano, riconosce ad entrambe i genitori, anche naturali, adottivi o affidatari, il diritto individuale al congedo parentale.

Pagina pubblicata Mercoledì, 11 Dicembre 2013

Valuta questo sito

torna all'inizio